Circolari Archive - Interconsult - Pichler Steinmair Knoll

22/2021: Misure per la Provincia dal 01.05.2021 – Ord. 21 30.04.21

Pubblicato il: 03/05/2021

Di seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 21 del 30.04.2021 che modifica alcune disposizioni di quelle precedenti e ne chiarisce alcuni aspetti.

L’ordinanza conferma la maggiore parte delle disposizioni vigenti, ma apporta alcune modifiche e chiarimenti, tra l’altro:

Chiarisce, che l’esibizione della certificazione verde deve essere richiesta da chi esercita le attività per le quali è prevista (gastronomia, strutture ricettive, eventi culturali ecc.);Gli ospiti delle strutture ricettive devono esibire la certificazione verde entro le 24 ore dall’accesso;Chiarisce, che, in ambito della gastronomia, la consumazione all’aperto deve avvenire su posto a sedere, anche all’aperto;Per la gastronomia viene introdotto un limite di 50 persone che possono essere ospitate all’aperto, a meno che la licenza non autorizzi di più.

Le disposizioni sono applicabili su tutto il territorio provinciale dal 01.05 e fino al 31.07.2021.

Le parti evidenziate in grigio sono le novità della nuova ordinanza rispetto a quelle precedenti.

Scarica il file in formato PDF continua »

21/2021: Misure per la Provincia dal 26.04.2021 – Ord. 20 23.04.21

Pubblicato il: 25/04/2021

Di seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 20 del 23.04.2021 che amplia sia la libertà di movimento che la platea delle attività consentite.

L’ordinanza allenta le misure restrittive delle precedenti ordinanze:

Introduzione della “certificazione verde” che consente l’accesso all’interno dei locali della gastronomia, strutture ricettive, eventi culturali ecc.;Consentita l’attività della gastronomia, con restrizioni;Le disposizioni riguardo la libertà di movimento viene allineata a quella nazionale, sempre con coprifuoco dalle 22.00 alle 05.00;Eventi culturali in cinema, teatri, sale da concerto sono di nuovo consentiti, con restrizioni.

Le disposizioni sono applicabili su tutto il territorio provinciale dal 26.04 e fino al 31.07.2021.

Le parti evidenziate in grigio sono le novità della nuova ordinanza rispetto a quelle precedenti.

Scarica il file in formato PDF continua »

20/2021: Misure per la Provincia dal 07.04.2021 – Ord. 18 01.04.21.

Pubblicato il: 06/04/2021

Di seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 18 del 01.04.2021 che amplia sia la libertà di movimento che la platea delle attività consentite.

L’ordinanza allenta le misure restrittive delle precedenti ordinanze:

La libertà di movimento è estesa a tutto il territorio provinciale, coprifuoco dalle 22.00 alle 05.00.Le strutture alberghiere possono di nuovo ricevere ospiti senza restrizioni.Cafè e bar possono operare in modalità Take-Away, ma solo fino alle ore 18.00.Il commercio al dettaglio può essere aperto anche il sabato e giornalmente anche dopo le ore 18.00.Ristoranti possono di nuovo operare con contratti di mensa o somministrazione.Test Covid per i dipendenti diventano obbligatori se previsti dai protocolli di sicurezza che verrano elaborati con i sindacati.

Le disposizioni sono applicabili su tutto il territorio provinciale dal 07.04 e fino al 30.04.2021.

Le parti evidenziate in grigio sono le novità della nuova ordinanza rispetto a quelle precedenti.

Scarica il file in formato PDF continua »

19/2021: Novità del DL Sostegni – DL 41 – 2021

Pubblicato il: 29/03/2021

In seguito, elenchiamo le novità fiscali del DL “sostegni” che introduce un contributo a fondo perduto, contributi agli esercenti in comprensori sciistici, proroghe per la riscossione delle imposte e contributi.

Riportiamo anche l’Ordinanza presidenziale n. 17 del 26.03.2021 nella quale sono disposte sospensioni dei versamenti di diversi tributi comunali.

1.1 Contributo a fondo perduto per imprese, professionisti, agricoltori

Il DL Sostegni prevede un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività di impresa o di lavoro autonomo o che sono titolari di reddito agrario e che sono residenti o stabiliti in Italia. Tra i beneficiari rientrano anche gli enti non commerciali, i contribuenti forfetari e minimi.

Il contributo a fondo perduto non spetta

ai soggetti la cui attività risulti cessata alla data del 23.03.2021;ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 24.03.2021(esclusi eredi);agli Enti Pubblici di cui all’art. 74, comma 2, TUIR;agli intermediari finanziari / società di partecipazione di cui all’art. 162-bis, TUIR.

Il contributo spetta esclusivamente

ai soggetti con ricavi o compensi nell’anno 2019, non superiori a 10 milioni di euro;a condizione che l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativo all’anno 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’importo della media mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi all’anno 2019. Ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 01.01.2019 il contributo spetta anche in assenza della riduzione del fatturato.

Per determinare correttamente il fatturato si fa riferimento alla data di effettuazione dell’operazione di cessione di beni o di prestazione dei servizi, che corrisponde di regola alla data di spedizione per le cessioni di merci e alla data di fatturazione o del pagamento per le prestazioni di servizi.

L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato medio mensile 2020 e l’ammontare del fatturato medio mensile 2019, come segue:

60% della differenza del fatturato medio mensile per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a euro 100.000;50% della differenza del fatturato medio mensile per i soggetti con ricavi o compensi superiori a euro 100.000 e fino a euro 400.000;40% della differenza del fatturato medio mensile per i soggetti con ricavi o compensi superiori a euro 400.000 e fino a euro 1.000.000;30% della differenza del fatturato medio mensile per i soggetti con ricavi o compensi superiori a euro 1.000.000 e fino a euro 5.000.000;20% della differenza del fatturato medio mensile per i soggetti con ricavi o compensi superiori a euro 5.000.000 e fino a euro 10.000.000.

L’ammontare del contributo a fondo perduto è riconosciuto, comunque, per un importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

L’importo massimo del contributo è pari a euro 150.000.

Il contribuente può scegliere tra:

Accredito del contributo su conto corrente bancario o postale intestato al beneficiario Riconoscimento di un credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite modello F24

Il contributo non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi.

Al fine di ottenere il contributo a fondo perduto, i soggetti interessati presentano, esclusivamente in via telematica fino al giorno 28 maggio 2021 una istanza all’Agenzia delle Entrate con l’indicazione della sussistenza dei requisiti.

Il nostro studio provvederà a verificare il possesso dei requisiti per poter beneficiare di questo contributo e informeremo tempestivamente i nostri clienti.

Esempio di calcolo del contributo

Inizio attività prima del 01.01.2019

Fatturato tra euro 100k e 400k, pertanto contributo al 50%

Fatturato 2019 € 165.400 -> media mensile 165.400 / 12 = € 13.783

Fatturato 2020 € 114.500 -> media mensile 114.500 / 12 = € 9.542

Riduzione del fatturato del 30,77%

Differenza Media mensile 2019 – media mensile 2020 = 13.783 – 9.542 = 4.241

Contributo pari a 2.121€ (50% di 4.241€)

Scarica il file in formato PDF continua »

17/2021: Misure per la Provincia dal 19.03.2021 – Ord. 15 19.03.21

Pubblicato il: 21/03/2021

Di seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 15 del 19.03.2021 che riprende tutte e ne modifica alcune disposizioni della ordinanza 10/2021.

L’ordinanza ripropone le misure introdotte con la n. 10/2021 e ne modifica alcune:

Il coprifuoco nei comuni è posticipato dalle ore 20 alle ore 22;Nella gastronomia è di nuovo consentita la vendita da asporto di bevande, ma solo quando ad un pasto si accompagni una bevandaLe attività di personal trainer sono di nuovo consentite, come anche l’allenamento delle associazioni sportive.

Le disposizioni sono applicabili su tutto il territorio provinciale dal 15.03 ovvero dal 22.03 e fino al 06.04.2021. Alcune restrizioni sono introdotte per i soli giorni del 03, 04, 05 aprile.

Le parti evidenziate in grigio sono le novità della nuova ordinanza rispetto a quelle precedenti.

Scarica il file in formato PDF continua »

16/2021: Misure per la Provincia dal 15.03.2021 – Ord. 14 13.03.21

Pubblicato il: 14/03/2021

D

i seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 14 del 13.03.2021 che riprende tutte e ne modifica alcune disposizioni della ordinanza 10/2021.

L’ordinanza ripropone le misure introdotte con la n. 10/2021 e ne modifica alcune:

dal 15.03 le misure sono uniche per tutta la Provincia, non ci sono più misure specifiche per i comuni “rossi”;

i movimenti all’interno del comune non sono più limitati e non necessitano più di una giustificazione (dal 15.03 al 06.04, ad eccezione dei giorni 03, 04, 05 aprile);

dal 22.03 il commercio al dettaglio è consentito fino alle ore 18:00, escluso sabato e domenica;

per i giorni 03, 04, 05 aprile sono introdotte specifiche misure restrittive (libertà di movimento limitata, chiusura del commercio al dettaglio; servizi alle persone sospesi).

Le disposizioni sono applicabili su tutto il territorio provinciale dal 15.03 ovvero dal 22.03 e fino al 06.04.2021. Alcune restrizioni sono introdotte per i soli giorni del 03, 04, 05 aprile.

Le parti evidenziate in grigio sono le novità della nuova ordinanza rispetto a quelle precedenti.

Scarica il file in formato PDF continua »

15/2021: Credito d’imposta per pubblicità 2021 e 2022

Pubblicato il: 12/03/2021

Il credito d’imposta per investimenti pubblicitari di cui al DL 50/2017 è stato prorogato dalla legge di bilancio 2021, alle stesse condizioni dell’anno 2020, anche per gli anni 2021 e 2022, però soltanto per le campagne pubblicitarie effettuate tramite stampa periodica e quotidiana.

Anche per gli anni 2021 e 2022 il credito d’imposta per investimenti pubblicitari sulla stampa è dunque pari al 50% del valore degli investimenti effettuati.

Per gli investimenti pubblicitari su emittenti televisive e radiofoniche permangono invece le condizioni degli anni passati, secondo le quali è agevolato soltanto il valore incrementale degli investimenti effettuati rispetto all’anno precedente.

In questi casi il credito d’imposta ammonta al 75% del valore incrementale degli investimenti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le spese pubblicitarie dell’anno, per il quale viene richiesto il credito d’imposta, devono superare le spese dell’anno precedente almeno dell‘1%.

Le comunicazioni per l’accesso al credito per l’anno 2021 devono essere presentate entro il 31.03.2021.

Scarica il file in formato PDF continua »

14/2021: Sussidi a imprese e liberi professionisti

Pubblicato il: 09/03/2021

Di seguito riportiamo le principali novità riguardanti le misure di sostegno provinciali alle imprese presentate dalla Giunta Provinciale.


Per salvaguardare l’esistenza delle imprese colpite dalla pandemia, gli aiuti Covid sono disponibili sotto forma di sussidi e sotto forma di contributi sui costi fissi. Il prerequisito per richiedere tali misure di sostegno è un calo del fatturato minimo del 30% in un periodo definito.


Appena saranno definitivi i criteri per l’accesso ai contributi il nostro studio provvederà a verificare il possesso dei requisiti per poter beneficiare di questi sussidi e informerà tempestivamente i suoi clienti.

Scarica il file in formato PDF continua »

13/2021: Misure per i Comuni in zona rossa dal 08.03.2021

Pubblicato il: 08/03/2021

Di seguito riportiamo un riassunto delle misure contenute nella ordinanza presidenziale n. 13 del 05.03.2021 che modifica quella relativa ai Comuni in zona “rossa” di cui all’ordinanza 10/2021.

L’ordinanza ripropone quanto già stabilito con le precedenti misure, ma

Abolisce l’obbligo di avere un test Covid-19 negativo all’entrata ed uscita dai Comuni “rossi”.

Le disposizioni trovano applicazione nei Comuni “rossi” Merano, Rifiano, Moso in Passiria, Malles Venosta, Lana, San Martino in Passiria, Caines, San Leonardo in Passiria, Tirolo, Silandro, Parcines, Scena, Lagundo, Tubre e Glorenza dall’8.03. al 14.03.2021.

Scarica il file in formato PDF continua »